×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 414
Giovedì, 13 Maggio 2010 10:42

Bando pubblico - Reg. CE n. 1698/05 - Programma di sviluppo rurale 2007/2013 - Misura 112 “Primo insediamento giovani in agricoltura - Pacchetto giovani”.

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si segnala che è stato pubblicato nel Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana (p. I) n. 21 del 30 aprile 2010 (n. 17), il Bando pubblico - Reg. CE n. 1698/05 - Programma di sviluppo rurale 2007/2013 - Misura 112 “Primo insediamento giovani in agricoltura - Pacchetto giovani”.

L’aiuto è rivolto ai giovani agricoltori che si insediano per la prima volta, in forma singola o associata (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione di cui all’art 2, punto 1 del D.lgs n. 99/2004.

Per giovane agricoltore si intende colui che si insedia per la prima volta in un’azienda nella quale si attui l’attività agricola. Pertanto, lo svolgimento di altre attività, quali la selvicoltura, non possono da sole giustificare l’insediamento.
Per primo insediamento s’intende l’assunzione, da parte del giovane agricoltore, della responsabilità o corresponsabilità civile e fiscale per la gestione dell’azienda oggetto di insediamento e la titolarità o contitolarità della stessa.
L’insediamento deve avvenire dopo la presentazione della domanda di partecipazione al bando della Misura 112-Pacchetto o entro i sei mesi antecedenti la data di presentazione della stessa.

I soggetti richiedenti all’atto della presentazione della domanda devono possedere i seguenti requisiti:
A)- avere un'età compresa tra 18 e 40 anni non compiuti;
B)- possedere conoscenze e competenze professionali adeguate, che si considerano assolte se il richiedente soddisfa almeno una delle seguenti condizioni:
1) possesso di diploma di laurea, anche triennale, in scienze agrarie e forestali. Nel caso di aziende zootecniche è pertinente anche il diploma di laurea in medicina veterinaria;
oppure
2) possesso di un titolo di studio superiore nel settore agricolo (perito agrario, agrotecnico);
oppure
3) possesso di attestato di frequenza con esito positivo di corsi professionali per capo azienda, svolti da Enti o Istituti di Formazione Tecnica Superiore riconosciuti ai sensi delle normative vigenti in materia
oppure
4) esperienza lavorativa in qualità di coadiuvante familiare o lavoratore agricolo per almeno 3 anni documentata con iscrizione all’INPS per la previdenza agricola per periodo minimo di 51 giorni per anno. Il giovane deve fornire, inoltre, la dichiarazione ai sensi della 445/00 della ditta presso la quale ha prestato attività lavorativa;
C)- dimostrare che l’azienda oggetto di insediamento possiede i requisiti minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali nonché i requisiti minimi di nuova introduzione previsti dalle norme comunitarie vigenti.

Gli aiuti saranno erogati sotto forma di contributi in conto capitale e/o in conto interessi, o in forma combinata, secondo le modalità indicate nelle “Disposizioni attuative e procedurali” – Misure a investimento – Parte Generale - PSR Sicilia 2007/2013”.

L’importo dell’aiuto per il Primo Insediamento dei giovani è pari a 40.000,00 euro e sarà erogato in due soluzioni: il primo 50% al momento dell'adozione della decisione individuale di concedere il sostegno ed il secondo 50% a conclusione degli interventi previsti nel piano aziendale e, comunque, entro il quinto anno dalla decisione individuale.

I giovani richiedenti dovranno presentare la domanda di aiuto, attraverso il sistema informatico SIAN secondo le modalità riportate al paragrafo 19 delle “Disposizioni attuative parte specifica Misura 112- Pacchetto Giovani PSR Sicilia 2007/2013 (allegato A) approvate con D.D.G. n. 292 del 02/04/2010, a partire dal 03.05.2010 e sino al 30.09.2010.

La valutazione e la selezione delle domande avverrà nel rispetto dei criteri di selezione del Pacchetto (Tabella A), alla qualità e coerenza del Piano Aziendale (Tabella B), alla qualità e coerenza del Progetto
(Tabelle C1, C3, C4, C5a, C5b e C5c) e alle priorità settoriali afferenti alla Misura 121 (Tabella C2), allegate alle “Disposizioni attuative parte specifica Misura 112-Pacchetto Giovani PSR Sicilia 2007/2013 (allegato A) approvate con D.D.G. n. 292 del 02/04/2010.
A parità di punteggio sarà data priorità all’imprenditoria femminile. A parità di condizioni si darà precedenza
al soggetto richiedente anagraficamente più giovane.

Il soggetto richiedente escluso dalla graduatoria regionale definitiva ha facoltà di presentare ricorso
giurisdizionale presso il Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) Sezione di Palermo o di Catania entro
il termine di 60 giorni, oppure ricorso straordinario al Presidente della Regione Siciliana entro il termine di
centoventi giorni, dalla sua pubblicazione nella GURS.

Letto 2966 volte Ultima modifica il Sabato, 24 Luglio 2010 00:20