Martedì, 30 Novembre 2010 11:31

ABI e Agrotecnici, insieme verso il futuro del credito. Non solo quello agrario

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Firma Convenzione ABI - Collegio Naz. Agrotecnici - Presidente R. OrlandiIl 25 novembre scorso, durante la seconda giornata della convention ABI (Associazione Bancaria Italiana) "Credito al Credito. Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale" svoltasi a Roma dal 24 al 26 novembre, il Presidente del Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati Roberto Orlandi ha posto la firma in calce al protocollo d’intesa sulle “Linee guida ABI per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie”, che detta i requisiti per aumentare certezza e trasparenza del mercato immobiliare.

Voluto per aumentare l’efficienza dell’erogazione creditizia ai mutuatari, il protocollo è stato siglato tra ABI, Tecnoborsa e gli Ordini professionali del settore tecnico che hanno competenza estimativa e peritale e così ha commentato l’importante accordo il Direttore Generale dell’ABI dott Giovanni Sabatinila trasparenza nella corretta valutazione degli immobili rappresenta un elemento essenziale per garantire la stabilità del mercato bancario, con riferimento sia alle attività di erogazione dei crediti sia alle emissioni o acquisizioni di titoli rappresentativi di operazioni di cartolarizzazione e di obbligazioni bancarie garantite”.

Dall’accordo l’ABI si aspetta di centrare determinati obiettivi tra cui “maggiori livelli di professionalità ed onorabilità dei periti; definizione di valore di mercato secondo le indicazioni di Banca d’Italia; metodologie di valutazione immobiliare in base a standard internazionali”.

In questo senso sarà possibile recuperare il gap con gli altri paesi europei concorrendo a modernizzare il mercato del credito ipotecario, a renderlo più efficiente, trasparente ed integrato a livello europeo. Ad oggi, infatti, l’Italia è l’unico paese europeo a non possedere specifiche linee guida per la valutazione immobiliare da parte delle banche. L’ABI, con la condivisione delle parti che hanno firmato l’accordo, tra cui il Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, ha colmato il vuoto, identificando le regole (e i soggetti) relative alle perizie immobiliari a garanzia delle esposizioni creditizie, regole finalizzate a perseguire obiettivi di trasparenza ed efficienza.

Per l’Albo professionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati l’impegno riguarda anche la diffusione tra i propri iscritti dei contenuti delle predette linee guida. All’ABI uno specifico tavolo di lavoro, che si insedierà nei prossimi giorni, sarà finalizzato a seguire gli sviluppi di analisi e prassi a livello nazionale e internazionale inerenti la tematica della valutazione immobiliare nonché a dare attuazione e apportare aggiornamenti alle predette linee guida alla luce delle eventuali novità regolamentari o tecnico-procedurali a livello nazionale e internazionale inerenti la tematica delle valutazioni immobiliari.


Fonte-Autore: Collegio Nazionale Agrotecnici - Roma, 29 novembre 2010

Letto 4514 volte Ultima modifica il Lunedì, 21 Febbraio 2011 13:04