Martedì, 22 Gennaio 2013 12:11

Nuovi termini per la Rivalutazione dei terreni

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La legge di stabilità 2013 (n. 228 del 24.12.2012) ha previsto all’art. 1 comma 473 la proroga dei termini per la rideterminazione dei valori di acquisto delle partecipazioni societarie e, per quanto qui maggiormente interessa, dei terreni edificabili e con destinazione agricola.

E’ pertanto possibile procedere alla rideterminazione del valore dei terreni entro il 30 giugno 2013, purchè posseduti alla data del 1 gennaio 2013, data entro la quale si può tenere conto degli eventuali incrementi di valore nel frattempo verificatisi.
La rivalutazione può tuttavia dispiegare i suoi effetti soltanto se si redige una apposita perizia di stima redatta da un iscritto all’Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati ovvero da altro professionista identicamente abilitato, ai sensi della legge 28 dicembre 2001 n. 448 (art. 7 comma 1).
La rivalutazione risulta particolarmente conveniente per chi vuole vendere un terreno edificabile poiché comporta il grande vantaggio di adeguare il valore dei beni posseduti, magari acquistati o ereditati molti anni prima, alla realtà del momento versando allo Stato solamente un’imposta sostitutiva pari al 4% del valore del terreno, come risultante dalla perizia alla data del 1 gennaio
2013.
I possessori di terreni che intendono usufruire di questa agevolazione devono pertanto fare predisporre da un Agrotecnico ed Agrotecnico laureato (ovvero altro professionista abilitato) una perizia giurata di stima del valore di mercato del terreno al 1 gennaio 2013 che dovrà essere redatta ed asseverata davanti ad un notaio od in tribunale o presso gli uffici dei Giudici di pace.

FONTE: www.agrotecnici.it

Letto 1868 volte